Spinei Cup: E’ tutto pronto per la finale

L’Atletico Spinei si prepara a vivere la prima finale della sua storia: alle 22:00 Cartotecnica Pirolozzi e Stile Doppio si giocheranno le loro chances per portare a casa il trofeo.

Stile Doppio cerca la vittoria per mettere la ciliegina sulla torta: il cammino del “Pink” Team è stato impeccabile. Mentre Cartotecnica Pirolozzi ha tutte le intenzioni di voler sovvertire i pronostici.

Miglior Attacco contro miglior difesa

Si dice che gli opposti si attraggono: se parliamo dell’ amore può succedere di tutto, ma nel calcio la situazione è sicuramente più ingarbugliata. Stasera le compagini si affronteranno puntando su questioni completamente diverse, offrendoci la possibilità di capire cosa conta di più: un attacco spregiudicato e una fase di manovra votata alla ricerca del gol sempre e comunque (Stile Doppio 81 reti all’attivo), oppure una difesa oculata e un’idea di gioco improntata sul “non prenderle” e aspettare il momento giusto per colpire.

Osservati speciali

Cartotecnica Pirolozzi

Giuseppe Mastantuono: stringe i denti per esserci. Il capitano dovrebbe partire dall’inizio nonostante l’infortunio, confermandosi guida e trascinatore del gruppo.

Salvatore Pirolozzi: fa a sportellate davanti, crea spazi e occasioni per i compagni, segna i gol e ripiega in difesa per chiudere gli attacchi avversari. Il buono, il brutto, il cattivo.

Francesco Camerota: Superata la linea difensiva (affare molto complicato, ndr) bisogna fare i conti con lui. Protagonista della stagione con parate decisive e spettacolari.

Stile Doppio

Antonio Petrucci: ha messo insieme una rosa di altissimo livello, mostrando grandi capacità dirigenziali e ottime doti come talent scout. Sul calcio giocato poco da dire: classe assoluta.

Gianluca Conte: classico “tuttocampista” specializzato nell’interdizione. Tampona le azioni avversarie in ogni zona del campo. Interpreta bene entrambe le fasi di gioco.

Fabrizio Camerota: Pichichi del campionato con 31 gol realizzati. Stasera in campo per essere protagonista e zittire chi lo critica, ritenendolo poco incisivo nei momenti clou.

Potrebbe piacerti anche